apparizionidianguera

Apparizioni di Anguera (1987-in corso) – Regina della Pace

Informazioni sulle traduzioni:
-Abbiamo tradotto tutti i messaggi dal 1987 al 2015. In seguito questo lavoro non si è più reso necessario e il materiale è stato messo a disposizione del sito ufficiale apelosurgentes.com.br.
-I messaggi dei primi dieci anni (1987-1996) erano stati inizialmente tradotti a partire da una versione inglese – ad eccezione del messaggio n. 458 – in quanto fino al 2016 i relativi testi in portoghese non erano ancora disponibili sul sito ufficiale brasiliano. Attualmente è in corso una revisione sulla base dei testi in portoghese, dato che in quella versione inglese sono stati riscontrati alcuni errori e lacune.
-Le parti profetiche sono state volutamente tradotte nel modo più letterale possibile per evitare di dare involontarie interpretazioni.

MESSAGGI 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015
MESSAGGIO n. 458 (con la preghiera di consacrazione)

Raccolte di messaggi:

1987-1996 – in fase di revisione

Cosa pensa la diocesi locale di queste manifestazioni:
intervista all’arcivescovo Don Zanoni Demettino Castro
-le parole di monsignor Nery de Almeida durante una visita ad Anguera


Breve storia delle apparizioniversione estesa

Pedro Régis è cresciuto in una piccola fattoria del comune di Anguera (stato di Bahia, Brasile) in una famiglia di semplici agricoltori, che vivevano della coltivazione di fagioli, mais e manioca. Figlio del signor Jonas e della signora Amália, ha 14 fratelli.

A 17 anni, mentre frequentava l’istituto magistrale ad Anguera, Pedro iniziò a soffrire di ripetuti e inspiegabili svenimenti, senza che i medici riuscissero a diagnosticare alcuna malattia. Il 29 settembre 1987, tre mesi dopo aver compiuto 18 anni, Pedro stava tornando da scuola assieme a un compagno, Celestino Cruz. Scesi dall’autobus, sentì che stava per perdere i sensi e si sedette a terra, senza accorgersi di essere vicino a un formicaio. Mentre Celestino correva in cerca di aiuto, una bella ragazza vestita di bianco lo prese per le braccia senza alcuno sforzo e rialzandolo disse: “Ti porto via dalle formiche”. Quindi lo accompagnò nell’atrio di una scuola situata a poca distanza e sparì. Quando riprese i sensi, Pedro chiese di quella giovane, ma i familiari pensarono che stesse delirando.

Pochi giorni dopo, il 1° di ottobre, mentre Pedro era in casa e stava parlando con due delle sue sorelle, sentì i soliti sintomi dello svenimento e rimase privo di sensi per un po’ di tempo. Al risveglio, vide nuovamente la ragazza che lo aveva aiutato e la presentò alle sorelle che, sorprese, non videro nessuno. La giovane chiese a Pedro che le sorelle li lasciassero soli per alcuni minuti. Queste, ancora confuse, si ritirarono, ma rimasero a sbirciare attraverso una fessura della porta: videro che il fratello parlava con qualcuno, fermo in un determinato punto della stanza, senza emettere alcun suono. La ragazza consigliò a Pedro di rivolgersi a un sacerdote che lo avrebbe aiutato, gli confidò un segreto che per il momento non doveva essere divulgato e gli chiese che la sua famiglia recitasse il rosario tutti i giorni.

Il 3 ottobre 1987, verso le 18, mentre Pedro stava pregando il rosario con la famiglia, sentì una voce fuori casa che lo chiamava: chiese a una delle sorelle di andare a vedere chi fosse, ma lei non vide nessuno. Il richiamo continuava, sempre più nitido, finché Pedro decise di uscire: sorpreso, vide a una distanza di circa 50 metri una grande luce e si sentì attratto in quella direzione. Per la terza volta, gli apparve la giovane vestita di bianco, che si presentò così: “Non avere paura. Sono la Madre di Gesù. Sono qui perché ho bisogno di te per aiutare i miei poveri figli, che hanno bisogno del mio soccorso”. Quel giorno, la Madonna lo guarì dai misteriosi svenimenti e gli chiese che in quel luogo fosse collocata una croce.

Il sabato successivo, il 10 ottobre 1987, la Regina della Pace dettò a Pedro il primo messaggio pubblico:
“Sono la Regina della Pace e desidero che tutti i miei figli stiano al mio fianco per vincere insieme un grande male che può abbattersi sul mondo. Per far sì che tale male non accada, però, dovete pregare e avere fede. Figli miei, desidero la conversione di tutti il più velocemente possibile. Il mondo corre grandi pericoli e, per liberarvi da questi pericoli, dovete pregare, convertirvi e credere nella Parola del Creatore, perché pregando troverete la pace per il mondo. Figli miei, molti di voi vanno in chiesa, ma non vanno con il cuore limpido, vanno senza fede. Molti vanno solamente per mostrarsi cattolici e sono in grave errore. Dovete seguire un solo cammino: quello della VERITÀ. Ci sono figli che non hanno imparato a perdonare, ma dovete perdonare il vostro prossimo. L’inimicizia è opera di Satana, che è felice quando riesce a separare un fratello dall’altro. Per questo vi prego con tutto il mio cuore, che arde in fiamme: convertitevi, pregate e imparate a perdonare il vostro prossimo.”

Ancora oggi, la Madonna continua ad apparire a Pedro tre volte alla settimana (martedì, sabato e un altro giorno variabile): si presenta come una ragazza di circa 20 anni, con i capelli neri e gli occhi celesti. Appare quasi sempre vestita di bianco, a volte con un manto azzurro, sempre scalza, e si ferma a ca. 30 cm da terra, davanti alla croce dove i fedeli depositano fiori. Avvolta da una luce intensa, la Vergine Maria guarda tutti, a volte fissa lo sguardo su alcune persone, gesticola soavemente e parla un perfetto portoghese. Estremamente umile, è di una bellezza straordinaria e parla con grande amore.

Il santuario
Il 29 settembre 1997 (10° anniversario delle apparizioni) la Madonna chiese a Pedro che fosse costruita una cappella, dove potesse essere venerata da tutti i suoi figli. Con molti sacrifici e grazie all’aiuto di amici e pellegrini, la famiglia di Pedro e l’associazione “Nossa Senhora de Anguera” sono riusciti a costruire un santuario dalla capacità di oltre 5.000 persone.

Come avvengono le apparizioni:
Generalmente l’apparizione avviene al termine della recita della “Salve Regina”: Pedro entra in estasi e cade sulle ginocchia con tutto il suo peso, come si può vedere dai tanti video presenti su youtube.

Due esempi:
Pedro Régis a Rovereto nel 2016 (apparizione dal minuto 10:50)
documentario del 1994 (apparizione dal minuto 18:00)

I messaggi vengono dettati. Al termine dell’apparizione, Pedro trascrive gli appunti e legge il messaggio ai presenti.


TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI:
-Vengo dal cielo a chiedere la conversione di tutte le persone e la consacrazione al mio Cuore Immacolato. (n. 38 – 13 maggio 1988)
-È attraverso la preghiera che sperimenterete la gioia più profonda e risolverete tutte le situazioni, comprese quelle che vi sembrano impossibili. (n. 147 – 14/03/1989)
-Pregate il rosario in famiglia per liberarvi dalle tentazioni. (n° 3, 31/10/1987)
-Confessione, Eucarestia, Sacra Scrittura, Santo Rosario, Consacrazione al mio Cuore Immacolato e fedeltà al vero Magistero della Chiesa: ecco le armi per la vostra vittoria. (4.223 – 17.11.2015)
-Con la vostra preghiera e il vostro digiuno mi aiutate a realizzare i miei progetti. Pregate e digiunate, così tutti i miei progetti potranno essere realizzati. (147 – 14.03.1989)
-Rinunciate alle sigarette, all’alcol e, in particolare, ai programmi televisivi. Tramite queste rinunce potete aprire, nella vostra vita, uno spazio ancora maggiore per la preghiera e l’ascolto dei miei santi messaggi. Sappiate, voi tutti, che la televisione è lo strumento più forte e dannoso utilizzato dal mio avversario per portarvi al peccato e all’impurità. (425 – 13/07/1991)
-Non abbiate timore di dire le verità insegnate da mio Figlio Gesù. (n. 49, 24/06/1988)
-Sappiate che la vittoria degli uomini è nell’Eucarestia. Avvicinatevi a Gesù Eucaristico e attingete forza per il vostro cammino quotidiano. (1.297 – 29/05/1997)
-La Santa Messa rappresenta la forma più elevata di preghiera. (n° 62 – 30/07/1988)
-Avvicinatevi al confessionale e vedrete come sarete capaci di comprendere i disegni di Dio per le vostre vite. Se arrivaste a comprendere il valore della confessione, piangereste di gioia. (1.340 – 1/11/1997)


LE PROFEZIE
Nei messaggi di Anguera, le profezie si riscontrano prevalentemente dal 2005 in poi.

La Madonna ha più volte ripetuto qual è lo scopo delle profezie:

“Quello che vi dico non è per spaventarvi, ma perché possiate essere preparati”. (2.476 – 29.01.2005)
“Cari figli, quello che vi dico non è per spaventarvi. Vi parlo perché ho il consenso di mio Figlio Gesù. Quello che non potete comprendere ora, lo comprenderete più tardi”. (2.486 – 22.02.2005)
“Dio mi ha inviata a voi per mettervi in guardia su tutto quello che deve accadere. Ciò che vi dico non è per farvi paura. Desidero prepararvi affinché possiate sostenere il peso della croce. Se pregate comprenderete che i miei appelli non sono di paura, ma di avviso che vi conduce alla speranza”. (2.578 – 22.09.2005)

Nei primi messaggi, la Regina della Pace aveva parlato al condizionale:

“Desidero che tutti i miei figli stiano al mio fianco per vincere insieme un grande male che può abbattersi sul mondo” (1 – 10.10.1987)
“Il mondo si trova sull’orlo di grandi catastrofi. Pregate e convertitevi affinché non accada nulla”. (53 – 02.07.1988)
“Il genere umano si trova sull’orlo di un grande abisso. È minacciato dal pericolo della guerra e di una grande distruzione. Per questo raccomando più preghiera. Pregate il Santo Rosario. Pregate con me. Pregate e fate penitenza per la conversione dei peccatori.” (n. 145 – 07/03/1989)
“Se gli uomini non ritornano a Dio attraverso i miei ripetuti appelli alla conversione, non tarderà ad arrivare un grande castigo. Questo sarà molto peggiore del diluvio.” (192 – 25.07.1989)
“Pregate con me affinché il Signore non punisca l’umanità. Se sapeste cosa sta per arrivare, la vostra vita certamente cambierebbe e pochi desidererebbero il peccato.” (1.003 – 08.09.1995)

L’avverarsi delle profezie, infatti, dipende dalla risposta umana (es. Giona 3,1-10).

La Madonna indica anche quale dovrebbe essere il nostro atteggiamento verso il futuro:

“Non preoccupatevi per il vostro futuro, perché esso appartiene a Dio. Affidatevi completamente al Padre, perché Egli vede e sa ciò di cui avete bisogno. I cristiani sbagliano quando guardano al futuro e pensano alle guerre e al male. Per i cristiani c’è un solo atteggiamento possibile verso il futuro: la speranza della salvezza”. (43 – 4 giugno 1988)

Una possibile chiave di lettura delle profezie di Anguera all’interno del mosaico delle manifestazioni mariane:

“Quello che vi ho rivelato qui non l’ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra Dio mi ha permesso di parlarvi degli avvenimenti futuri. Quello che vi trasmetto qui non sarà mai rivelato in nessun altro luogo del mondo. Dio ha scelto la Terra della Santa Croce per annunciare al mondo ciò che accadrà”. (3.328 – 5 giugno 2010)